A morte di tiranni

(parole e musica di Massimo Bubola)

Ho visto folle in fiamme
Buttare giù le porte
Travolgere le torri
Ballare con la Morte

Cambiare in poche ore
il corso della storia
Catene lunghe secoli,
in ali di vittoria

Il 15 di marzo al centro del Senato
Cadeva Giulio Cesare
più volte pugnalato
E quando disse a Bruto
- Tu figlio, mi condanni !-
I congiurati urlarono
col sangue sulle mani

A morte i tiranni !
A morte i tiranni !
A morte i tiranni !
A morte i tiranni !

14 di luglio assalto alla Bastiglia
La gente di Parigi scatena il parapiglia
Le teste cominciarono a cadere sopra i panni
E fu la Ghigliottina la hit per molti anni

A morte i tiranni !
A morte i tiranni !
A morte i tiranni !
A morte i tiranni !

C'è sempre una speranza
per il popolo sconfitto
che la Giustizia un giorno vincerà
C'è sempre un'illusione
per il più derelitto
che nessun potere mai cancellerà

E siamo sempre qui
su queste barricate
formate da tv
e radio abbandonate
a combattere col Regno
dei Grandi Disinganni
a urlar la stessa frase
da diecimila anni

A morte i tiranni !
A morte i tiranni !
A morte i tiranni !
A morte i tiranni !