Invincibili

Per quanto tempo ti penserò
in quelle notte a Genova
giù lungo il porto dentro quei bar
sogni cambiati in spiccioli
quale destino mai ci fermerà
quale assassino senza nome
ci sentivamo invincibili
ci sentivamo così
storie più allegre non sentirò
di quelle notti a Genova
bevevi troppo parlavi un pò
perso nella tua musica
quale silenzio ci confonderà
quale invisibile padrone
ci sentivamo invincibili
ci sentivamo così
chi ci ha tenuto lontani
chi ci ha cambiato non so
come le macchine che vanno via
ombre e stagioni così
chi ci ha piegato le mani
chi ci ha tradito non so
ora che questi nuvole spazzano via
i miei ricordi così
quale destino ci fermerà
quale assassino senza nome
ci sentivamo invincibili
ci sentivamo così