La canzone dell'assenza

Fuori piove argento e neve
C'è un silenzio lieve / sopra i prati bianchi
Corvi stanchi / scrivono che tu / mi manchi già

Sopra la vetrata / gocce d'acqua
Lente scivolano / giù nel cuore
C'è un segnale / che mi dice che / mi manchi già

Io che ho attraversato le tempeste dell'amore
Mi ritrovo in poche ore a naufragar così

Giro nelle stanze
Le tue essenze di ginepro e di lavanda
La Provenza in dissolvenza / mi ricorda che / mi manchi già

Io che ho navigato nei deserti dell'amore
Mi ritrovo qui perduto a chiedermi dov'è

Divergenza, l'irruenza
Penitenza, la partenza
La cadenza, la tua danza
L'innocenza, la clemenza
La distanza, sofferenza
L'impazienza, l'esigenza
La tua assenza la tua assenza Fuori piove argento e neve
Divergenza, l'irruenza C'è un silenzio lieve / sopra i prati bianchi
Penitenza, la partenza Corvi stanchi / scrivono che tu
La cadenza, la tua danza Mi manchi già
L'innocenza, la clemenza
La distanza, sofferenza
L'impazienza, l'esigenza Sopra la vetrata / gocce d'acqua
La tua assenza la tua assenza Lente scivolano / giù nel cuore
Divergenza, l'irruenza C'è un segnale / che mi dice che
Penitenza, la partenza Mi manchi già
La cadenza, la tua danza
L'innocenza, la clemenza
La distanza, sofferenza Qui nelle tue stanze
L'impazienza, l'esigenza Le tue essenze di ginepro e di lavanda...