Tutto legato

(parole e musica di M. Bubola)

E Giuditta uscì il mattino e scese il monte
salutò la sua città e scese il monte
era pallida e lucente con Iddio dalla sua parte
fu così - ehi, ehi! - che scese il monte.
E Giuditta andò alla tenda da Oloferne
E Giuditta andò alla tenda da Oloferne
disse - Salvami la vita, ti darò Gerusalemme! -
Fu così che disse ad Oloferne.

Poi Giuditta versò il vino ad Oloferne
poi Giuditta versò il vino ad Oloferne
quando cadde ubriaco gli tagliò di netto il capo
tagliò il capo, sì, ad Oloferne.

Tutto è legato, tutto è legato
presente e passato, paradiso e peccato.
Tutto è legato, tutto è legato
il sangue è versato, il patto è salvato.

Ed Abramo con Isacco salì al monte
ed Abramo con Isacco salì al monte
ed il figlio chiese al padre - Chi dobbiam sacrificare? -
Ed Abramo baciò Isacco sulla fronte.

Poi Abramo mise Isacco sull'altare
poi Abramo mise Isacco sull'altare
ma poi l'angelo arrivò ed il braccio gli bloccò
Fu così che accadde al monte.

Tutto è legato, tutto è legato
presente e passato, paradiso e peccato.
Tutto è legato, tutto è legato
il sangue è versato, il patto è salvato.

(SOLO)

Tutto è legato, tutto è legato
presente e passato, paradiso e peccato.
Tutto è legato, tutto è legato
il sangue è versato, il patto è salvato.

C'era un uomo sulla croce là sul monte
c'era un uomo sulla croce là sul monte
ed il cielo aprì i suoi occhi e la terra aprì la fronte
per quell'uomo, sì, là sul monte
ed il cielo aprì i suoi occhi e la terra aprì la fronte
per quell'uomo, sì, là sul monte