Lunga vita a Johnny

(testo e musica di M. Bubola)

Lunga vita a Johnny
lunga vita a te
re del plenilunio
delle notti di lamé
Johnny era distratto
distratto dalle donne
una mina vagante
un cavaliere insonne

Lunga vita a Johnny
e alla sua velocità
costante e luminosa
come una ruota al Luna Park
Johnny era un bugiardo
un dolce truffatore
ma quando sorrideva
ti radiografava il cuore

Lunga vita a Johnny
e alla sua libertà
venduta cento volte
pagata un'infinità
Johnny era un ragazzo
che non aveva età
campava col bigliardo
ma viveva per il jazz

Vorrei avere una moneta
per ogni volta che tu mi hai ucciso
Vorrei avere una moneta
per ogni graffio che hai sul viso
Vorrei avere una moneta
per quando tu ritornerai da me
Lunga vita a Johnny
Lunga vita a Johnny
Lunga vita a Johnny
Lunga vita a te

E quella notte che ti braccheranno
i caramba o la malinconia
e quella notte che ti cercheranno
peggio gli amici che la polizia
allora troverai una via
allora forse tornerai da me
Lunga vita a Johnny
Lunga vita a Johnny
Lunga vita a Johnny
Lunga vita a te