Sulla riva, la riva

(testo e musica di M. Bubola)

Sulla riva, la riva del mare ho visto una stella cadere
sulla riva, la riva del cielo ho visto una nave volare
sulla riva, la riva del fiume ho visto una donna cantare
ma sulla riva, la riva del monte ho visto un bambino scappare.

Sulla riva, la riva del mare ho visto cercare un anello
sulla riva, la riva del cielo ho visto un cancello di ferro
sulla riva, la riva del ponte ho visto scattare un coltello
ma sulla riva, la riva degl'occhi ho visto cadere il cappello.

Sulla riva, la riva del mare ho visto mia madre aspettare
sulla riva, la riva del cielo ho visto mio figlio partire
sulla riva, la riva del vento vi ho sentiti vi ho visti parlare
ma sulla riva, la riva del sole non c'era più niente da dire.

Sulla riva, la riva del mare t'ho baciata soltanto per gioco
sulla riva, la riva del cielo tu aspettami aspettami un poco
sulla riva, la riva del bosco ti ho confusa con l'arcobaleno
sulla riva, la riva del cuore stanotte è tutto sereno